Proiettore bianco con telecomando

Come fare

Come si collegano il proiettore e la sorgente?

Semplicemente sempre il giusto collegamento ai proiettori!

Con la moltitudine di connessioni disponibili per collegare il proiettore alla sorgente, è facile perdere il filo. Per mettere ordine nella confusione dei cavi, vi spieghiamo il significato e la funzione di tutte le connessioni. In questo modo, prima di acquistare un beamer, saprete a cosa prestare attenzione per godere appieno del piacere della proiezione.

Contenuto
projector-connections_1920x1920-removebg-preview

Collegamenti video analogici

Leinterfacce video e PC analogiche sono in uso da molti anni. A causa della minore velocità di trasferimento dei dati, oggi offrono una qualità dell'immagine inferiore rispetto alle connessioni digitali, ma sono ancora ampiamente utilizzate. Per i proiettori più vecchi, privi di connessioni separate per i cavi dell'immagine e del suono, è necessario anche un cavo per il trasporto del suono, a seconda della connessione disponibile. A questo scopo si usa di solito un cavo cinch stereo o un cavo jack da 3,5 mm.

Connessioni video digitali

La trasmissione di film e presentazioni con audio a un proiettore è particolarmente facile e conveniente con un cavo per immagini e audio. Le connessioni digitali offrono la migliore qualità di trasmissione delle immagini, perché lavorano con un numero di canali di trasmissione significativamente maggiore rispetto alle connessioni analogiche. Soprattutto per il materiale HD e 4K, una connessione digitale è un requisito essenziale.

Connessioni di controllo

I collegamenti di controllo servono a trasmettere i segnali di controllo. Si utilizzano principalmente nelle installazioni fisse in cui l'unità stessa deve essere comandata a distanza o non è più raggiungibile con il normale telecomando.

Collegamenti audio

I collegamenti audio consentono di instradare i segnali audio nel proiettore per utilizzare l'altoparlante incorporato. Inoltre, le uscite audio offrono la possibilità di far passare il segnale in loop attraverso il proiettore. Nella maggior parte dei casi, i collegamenti audio sono analogici.

Connessioni dati

La classica interfaccia USB di tipo A viene definita porta dati, in quanto il proiettore è in grado di riprodurre i media direttamente dai supporti dati tramite questa interfaccia. Va notato, tuttavia, che i formati riproducibili variano notevolmente a seconda del proiettore.

Trasmissione wireless

Oltre alla trasmissione cablata dei segnali di immagine, per le proiezioni si ricorre sempre più spesso alla trasmissione di dati senza fili. Nella maggior parte dei casi si tratta di una connessione WLAN (WiFi). A questo scopo, viene montato un ricevitore all'interno o sul proiettore, che viene poi indirizzato da un trasmettitore WLAN situato, ad esempio, nel notebook o nel PC. Va notato, tuttavia, che la connessione WLAN per i proiettori in casi normali (proiettori aziendali) non raggiunge la velocità di trasmissione conosciuta da una normale connessione a Internet.

Icona Airplay

Apple AirPlay

Il supporto Apple AirPlay per la trasmissione di contenuti in modalità wireless è diventato una soluzione popolare per collegare i dispositivi Apple a un proiettore. La funzione AirPlay è saldamente implementata nei sistemi operativi Apple iOS e macOS. Non è quindi necessaria un'applicazione separata. Questa connessione elimina la necessità di un collegamento via cavo tra il dispositivo e il proiettore. È possibile con i dispositivi a partire da iOS 8, gli iPad di quarta generazione e gli iPhone di quinta generazione, nonché con una Apple TV di terza generazione o più recente. Alcuni proiettori sono già predisposti per AirPlay. In alternativa, è possibile utilizzare una Apple TV e collegarla al proiettore tramite l'interfaccia HDMI. AirPlay non è disponibile per i dispositivi Windows o Android.
wireless-nobubble

WLAN

Immagini, testi e presentazioni possono essere trasmessi via WLAN con i dispositivi destinati a questo scopo. A causa della limitata potenza WLAN dei proiettori, la trasmissione di immagini in movimento è possibile solo in misura limitata o non lo è affatto. Le uniche eccezioni sono rappresentate dai dispositivi home cinema con l'attrezzatura adeguata. Con alcuni proiettori è anche possibile riprodurre i dati via WLAN utilizzando le applicazioni dei dispositivi Apple (iPad / iPhone).
Icona Connessione tra dispositivi

Miracast

Oltre alla WLAN convenzionale, Miracast, chiamato anche screenshare o screen mirroring, sta diventando sempre più importante. Questa tecnologia offre la possibilità di stabilire una connessione punto-punto da uno smartphone o tablet abilitato a Miracast. Lo standard Miracast è presente in sistemi come Android (dalla versione 4.2) o Windows (dalla versione 8.1). A differenza della WLAN, la trasmissione è in grado di trasmettere un segnale di immagini in movimento a 1080p in buona qualità. Ciò rende Miracast adatto alla trasmissione di film da un tablet o da uno smartphone. Miracast stesso può essere presente nei proiettori o integrato in ricevitori esterni (ad esempio, donatori HDMI).
hdmi-nobubble

Connessioni HDMI wireless

Oltre alle opzioni sopra menzionate, sul mercato si trovano sempre più adattatori HDMI wireless. Questi sostituiscono il cavo HDMI con una connessione wireless. Soluzioni come Barco ClickShare o BenQ InstaShow offrono molti altri vantaggi, come il controllo intelligente tramite app. Inoltre, alcuni di questi dispositivi possono essere collegati asistemi di videoconferenza, in modo da poterli collegare in modalità wireless a qualsiasi laptop e utilizzare sempre l'intera attrezzatura della sala riunioni.

Proiettori con numerose connessioni

Collegare il proiettore e il Mac tramite Mini Displayport

Una caratteristica speciale che gli utenti dei vecchi dispositivi Apple di solito conoscono già dall'area del monitor è il collegamento del proiettore al Mac. In questo caso è spesso necessario un adattatore.

Collegare proiettori e MAC (USB-C)

I modelli più recenti di MacBook, MacBook Air e MacBook Pro dispongono quasi esclusivamente di porte USB-C. I modelli di MacBook Pro a partire dal 2021 sono nuovamente dotati di più porte, tra cui l'HDMI. Per collegare un MacBook con USB-C a un proiettore, è necessario un adattatore o un cavo corrispondente. Lo stesso vale per i notebook Windows con porte USB-C.

Come posso collegare il proiettore al mio computer portatile?

Collegare un proiettore a un computer portatile è di solito abbastanza semplice: spesso entrambi i dispositivi dispongono di una connessione HDMI, quindi è possibile collegarli utilizzando un cavo HDMI. Se il dispositivo di uscita non dispone di questa connessione, è necessario un adattatore.

Collegamento di altoparlanti esterni

Per collegare un altoparlante esterno, è necessario verificare le opzioni di connessione del proiettore e dei dispositivi di riproduzione. Poiché oggi la maggior parte dei computer portatili dispone di una connessione HDMI, non è necessario un cavo aggiuntivo per trasferire il suono dal computer portatile al beamer e riprodurlo attraverso i proiettori del beamer. Se si desidera collegare altoparlanti esterni, è meglio prelevare il segnale audio direttamente dalla sorgente (laptop, lettore BluRay, ecc.) e indirizzarlo agli altoparlanti. I lettori BluRay di alta qualità, in particolare, dispongono spesso di una potente connessione audio. In alternativa, è possibile collegare diffusori esterni direttamente al proiettore. Tuttavia, di solito è disponibile solo una presa jack da 3,5 mm.

Per apparecchiature home cinema di qualità particolarmente elevata, si consiglia di utilizzareun sistema home cinema in combinazione con un ricevitore AV. Se avete altre domande sull'attrezzatura giusta , non esitate a contattare i nostriesperti.

Quale risoluzione è supportata da quale connessione?

Con l'aiuto di questa tabella, è possibile determinare facilmente quali connessioni devono essere disponibili sul proiettore per sfruttare al meglio la risoluzione.

Connessione
Risoluzione massima
Video Cinch576i (PAL) / 480i (NTSC)
S-Video576i (PAL) / 480i (NTSC)
VGA1920 × 1080 (Full HD)
YUV1920 × 1080 (Full HD)
DVI-D2560×1600 (WQXGA) (DVI-D Dual Link)
HDMI7680×4320 (8K)
DisplayPort7680×4320 (8K)
USB-C7680x4320 (8K)

Si noti che questa tabella indica la risoluzione massima ottenibile con la versione più recente e in condizioni ideali. In pratica, la risoluzione effettiva potrebbe essere inferiore a causa di una serie di fattori, tra cui la qualità del cavo e le risoluzioni supportate dai dispositivi collegati.

aufloesungen
kachel_kaufberater

Consigli per l'acquisto di tele

kachel_beamer_anschlie__en

Vincitore del test dei proiettori

kachel_beamer_halterung

Installazione dei proiettori

kachel_beamer_projektionsfeachenberechner

Calcolo dell'area di proiezione

Tobias Berg e Oliver Stenzel - referenti per gli Acquisti e le Vendite - scrivono su un vetro

Avete ancora domande aperte?

Saremo lieti di fornirvi una consulenza personale: saremo lieti di ricevere una vostra telefonata o un'e-mail! Se preferite che vi richiamiamo gratuitamente, lasciateci i vostri dati di contatto.